CENTRI DI IMBOTTIGLIAMENTO MOBILE

CENTRI DI IMBOTTIGLIAMENTO MOBILE

CENTRI DI IMBOTTIGLIAMENTO MOBILE

L’unico gruppo in Italia specializzato in soluzioni e servizi conto terzi per la produzione di vino Metodo Classico e Metodo Charmat
direttamente presso cantine, attraverso linee di produzione mobili.

0
Bottiglie nel 2015
0
Bottiglie nel 2016
Isobarico – Metodo Charmat
Metodo Classico
Vini fermi

SERVIZI PER L'ENOLOGIA A 360 GRADI

ATTREZZATURE, SERVIZI E BIOTECNOLOGIE PER UN SERVIZIO COME NON L'AVETE MAI VISTO PRIMA D'ORA.

Degorgement – sboccatura
Tiraggio spumante
Imbottigliamento acqua, birra, succhi, profumi

OENOITALIA SERVIZI

  • Tirage in conto terzi mediante 5 linee, con produzione massima di 3.000 bottiglie all’ora, atte all’imbottigliamento delle basi spumante
  • Accatastamento mediante personale specializzato
  • Travaso isobarico grandi formati (da 3 a 15 litri)
  • Lavorazione di degorgement dei vini spumanti a Metodo Classico eseguita tramite l’intervento di linee mobili automatiche e semiautomatiche, in linea o rotative, con produzione da 500 a 1.200 bottiglie all’ora, tutte dotate di Jetting
  • Servizio di confezionamento
  • Imbottigliamento isobarico e confezionamento in linea, con produzione a pieno regime di 2.500 bottiglie all’ora
tappo vino

IMBOTTIGLIAMENTO METODO CLASSICO

Le fasi di imbottigliamento secondo il metodo classico.

  • Lavaggio / Asciugatura
    Le bottiglie attraversano la linea di sciacquatura dove vengono lavate a fondo e successivamente la linea di asciugatura in ambiente di alto vuoto che, grazie all’azione combinata dell’azoto durante l’asciugatura, permette di assicurare un successivo riempimento in ambiente protetto ed evitare quindi la possibile ossidazione del vino.
  • Tiraggio spumante
    Il tiraggio spumante consiste essenzialmente nel favorire una seconda fermentazione del vino spumante che si svolge all’interno della bottiglia. Il vino base viene imbottigliato con l’aggiunta di lieviti selezionati, zucchero di canna e coadiuvanti di remuage. Le bottiglie, attraverso ugelli di riempimento, vengono riempite fino a livello impostato per il formato specifico, pronte per la fase successiva di tappatura tramite corona di metallo dotata di bidule.
  • Tappatura
    Le bottiglie di vino, riempite a livello, raggiungono la fase di tappatura attraverso impianti tappatori automatici GAI che applicano tappi metallici a corona dotati di un particolare “cestello” – chiamato bidule –  che servirà a raccogliere i sedimenti di scarto durante la fase di remuage.
  • Remuage
    Le bottiglie vengono disposte inclinate con il collo verso il basso su speciali cavalletti di legno, chiamati pupitres, che aiutano il corretto svolgimento del remuage. Questo fase della produzione del vino spumante Metodo Classico può durare fino a 6 settimane.
  • Degorgement / Dosaggio
    I colli delle bottiglie vengono congelati a testa in giù. I tappi vengono fatti saltare attraverso impianti automatici di sboccatura: il tappo con il bidule espelle tutti i sedimenti in esso congelati. Nella fase di dosaggio, per ripristinare la quantità persa durante il degorgement, viene aggiunta una certa quantità di miscela di riserve di vini, zucchero di canna ed altri ingredienti “studiati” da ogni produttore.
  • Tappatura
    Le bottiglie di vino spumante, riempite a livello, raggiungono la fase di tappatura attraverso impianti tappatori automatici GAI, per tappi in sughero. Viene inoltre applicata una gabbietta metallica per tenere in posizione il tappo in sughero. Ogni bottiglia, prima di passare alle fasi di lavorazioni successive, viene ispezionata visivamente per controllarne la limpidezza (mirage).
  • Capsulatura / Gabbiettatura
    Ogni linea di riempimento è dotata di capsulatrice monoblocco in grado di applicare due tipi di capsulatura: capsule termoretraibili e capsule in polilaminato. Le capsule termoretraibili vengono applicate a caldo. Le capsule in polilaminato vengono applicate attraverso rullatura.
  • Etichettatura
    Gli impianti di etichettatura permettono l’applicazione di diversi tipi di etichetta per coprire ogni tipo di esigenza da parte del cliente, con estrema flessibilità in fatto di formato e dimensioni: etichetta frontale, etichetta retro, applicazione di collaroni, applicazione di sigillo fiscale.
  • Confezionamento
    Le bottiglie raggiungono l’ultima fase del processo di produzione: il confezionamento. Attraverso impianti completamente automatizzati, le bottiglie vengono inserite in cartoni del formato richiesto. Ogni confezione viene chiusa e sigillata con colla a caldo e vengono applicati per ogni cartone informazioni utili (data e lotto di produzione) applicate tramite punzonatura o tramite getto d’inchiostro.

IMBOTTIGLIAMENTO VINO FERMO

Le fasi di imbottigliamento per vini fermi.

  • Lavaggio / Asciugatura
    Le bottiglie attraversano la linea di sciacquatura dove vengono lavate a fondo e successivamente la linea di asciugatura in ambiente di alto vuoto che, grazie all’azione combinata dell’azoto durante l’asciugatura, permette di assicurare un successivo riempimento in ambiente protetto ed evitare quindi la possibile ossidazione del vino.
  • Riempimento
    Le bottiglie pulite raggiungono l’ impianto di riempimento e attraverso ugelli di riempimento, vengono riempite fino a livello impostato per il formato specifico, pronte per la fase successiva di tappatura tramite tappo in sughero e gabbiettatura.
  • Tappatura
    Le bottiglie di vino, riempite a livello, raggiungono la fase di tappatura attraverso impianti tappatori automatici GAI, per tappi in sughero.
  • Capsulatura / Gabbiettatura
    Ogni linea di riempimento è dotata di capsulatrice monoblocco in grado di applicare due tipi di capsulatura: capsule termoretraibili e capsule in polilaminato. Le capsule termoretraibili vengono applicate a caldo. Le capsule in polilaminato vengono applicate attraverso rullatura.
  • Etichettatura
    Gli impianti di etichettatura permettono l’applicazione di diversi tipi di etichetta per coprire ogni tipo di esigenza da parte del cliente, con estrema flessibilità in fatto di formato e dimensioni: etichetta frontale, etichetta retro, applicazione di collaroni, applicazione di sigillo fiscale.
  • Confezionamento
    Le bottiglie raggiungono l’ultima fase del processo di produzione: il confezionamento. Attraverso impianti completamente automatizzati, le bottiglie vengono inserite in cartoni del formato richiesto. Ogni confezione viene chiusa e sigillata con colla a caldo e vengono applicati per ogni cartone informazioni utili (data e lotto di produzione) applicate tramite punzonatura o tramite getto d’inchiostro.

EVENTI E MANIFESTAZIONI

Per rimanere aggiornati su avvenimenti, fiere, manifestazioni nazionali ed internazionali sul mondo del vino e non solo!

NOTIZIE DI SETTORE

Tutte le informazioni che cerchi nel campo dell’enologia. Notizie sempre aggiornate sulla produzione di vino in Italia, statistiche e novità settoriali.

I nostri principali clienti